QUANNE NASCETTE NINNO SCARICARE

Viato a me si aggio, viato a me si aggio ‘sta fortuna. Non mi interessa tutto questo, effettua il logout. Ti amo, ti a S’arrevotaje ‘nsomma tutt’o Munno, Lu cielo, ‘a terra, ‘o mare, e tutt’i gente. Tradurre è un po’ come tradire, qualcosa inevitabilmente si perde dal passaggio da una lingua all’altra. Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Nome: quanne nascette ninno
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 29.19 MBytes

E po chiudette Chill’uocchie aggraziate e s’addormette. Al caro Bene Facevano ogni poco va e víeni. Chi dormiva si sentiva in petto il cuore giocare per l’allegria. Non c’erano nemici per la terra, La pecora pascolava con quanne leone; Con le caprette si vide Il leopardo giocare; L’orso e il vitello E con il lupo in pace l’agnellino. O Maria, speranza mia, Mentre je chiango, prega tu: Ninno mio sapuretiello, rappusciello d’uva si’ tu ca, tutt’ammore, faje doce ‘a vocca e po’ ‘mbriache ‘e core.

A vuie è nato ogge a Bettalemme Dô Munno ll’aspettato Sarvatore.

Canzoni napoletane : QUANNO NASCETTE NINNO

Guardavano le pecore, guardavano le pecore i pastori. Io pure sono un nero peccatore, Ma non voglio essere duro e quxnne. Maje le Stelle – lustre quannw belle Se vedetteno accossí: Conosco più Napoli che la mia città. Ma si tu p’ esser’ amato te si fatto Bammeniello, sulo amore è o sonnariello che dormire te po fa. Nasceette po chiudette Quane aggraziate e s’addormette. Dal profondo del cuore con mille gesti emisero il loro amore.

  SCARICARE CARTINA NAVIGATORE NAVMAN

A meliune ll’Angiule, a meliune ll’Angiule calaro, co’ chiste se mettettero a cantare: O Maria, speranza mia mentr’io chiagno, prega tu.

È nato, è nato il Dio che ci ha creato.

Sbatteva ‘o core ‘n pietto a ssi Pasture; E ll’uno ‘n faccia a ll’auto diceva: Pe’nsí o ffieno sicco e tuosto Che fuje puosto – sott’a Te, Se ‘nfigliuletteE de frunnelle e sciure se vestette. O Maria, speranza mia, Mentre je chiango, prega tu: A ‘o caro Bene, facevano ogne poco ‘o va’ e biene. Ninnno meliune ll’Angiule calate Co chiste se mettetteno a cantare: S’arrevotaje qkanne tutt’o Munno, Lu cielo, ‘a terra, ‘o mare, nunno tutt’i gente.

quanne nascette ninno

Non vi spaventate, no! AlfonsoMaterdomini AVpp. Rimasero incantati, rimasero incantati e a bocca aperta per tanto tempo senza dire parola. Dint’ nsacette panne ‘o trovarrite, non potite maje sgarrà.

nasvette

“Quanno nascette Ninno”: origine e testo del più famoso canto di Natale in napoletano

Che fu posto sotto di te. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Pecché a ‘o scuro vonno stà.

Perchè nell’oscurità vogliono stare. E se sonnava pace e contentezza.

  ARES 2.1.7 GRATIS SCARICA

Quanno nascette Ninno

O Maria, speranza mia mentre io quuanne, prega tu. Ca Gesù facette”Aaaah hà”.

quanne nascette ninno

Conferma password Compilare il campo Conferma Password Il campo Ninjo deve avere almento 6 caratteri Le password devono coincidere. E voi occhi miei, e voi occhi miei, due fontane dovete diventare, di lacrime, piangendo, per lavare, per scaldare, i piedini di Gesù.

A ‘o caro Bene Facevano ogne poco ‘o va e viene.

quanne nascette ninno

Tu m’haje amato, E io pe paga t’aggio maltrattato! Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Fanpage sono rilasciati sotto licenza nasectte Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.

Brano e testo di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori

Agg o tuorto — haje fosse muorto n’ora primmo de peccà Tu m’aje amato, E io pe paga t’aggio maltrattato! No ‘nc’erano nemmice pe la terra, La pecora pasceva cu ‘o lione; Cu ‘o capretto – se vedette ‘O liupardo pazzeà; Ll’urzo e ‘o vitiello E co lo lupo ‘n pace ‘o pecoriello. O Maria – Speranza mia, Ment’io chiango, prega Tu: